fine del mondo 2012
NEWS FINE MONDO
Dall'Italia e dal Mondo
SEGNALACI UN FATTO
Accadimenti, video, teorie...
FINE MONDO SU FACEBOOK
Tutte le news sulla tua bacheca
SCRIVICI
Commenti, critiche, collabora
IT EN DE


VEDI ANCHE:
» Corso Pizzaiolo

2012: LE TESI DELLA FINE DEL MONDO

Nibiru 2012

Nibiru 2012. "The Twelfth Planet" - Nibiru e il libro di Zecharia Sitchin

Da sempre appassionato di storia e archeologia, Sitchin dedicò gran parte della sua gioventù a raccogliere materiale sulle culture 'preistoriche'.
Autore di molti libri di divulgazione sulla cosiddetta archeologia misteriosa o pseudoarcheologia, Sitchin è stato un sostenitore della "teoria dell'antico astronauta", nella quale ha elaborato delle spiegazioni sull'origine dell'uomo.
Le controverse teorie di Sitchin, basate sulla sua personale interpretazione dei testi sumeri, sono considerate una pesudoscienza dalla comunità scientifico-accademica, ma registrano un buon seguito
Zacharia Sitchin e Nibiru
nell'ambito della letteratura popolare.
Nel suo libro "The Twelfth Planet", pubblicato nel 1976, Sitchin asserì di aver trovato e tradotto documenti sumeri che identificavano il pianeta Nibiru, il "Pianeta dell'incrocio". Sitchin offriva nel suo libro informazioni dettagliate su Nibiru, dicendo che esso orbiterebbe intorno al Sole ogni 3600 anni.
Sitchin basava le proprie argomentazioni sulla sua personale interpretazione dei testi sumerici e sull'interpretazione del sigillo sumerico denominato "VA243".
Il sigillo analizzato sarebbe una raffigurazione del Sistema Solare che vede la nostra stella circondata dai pianeti.
Secondo l'interpretazione data da Sitchin, il sistema solare avrebbe un decimo pianeta (in realtà Sitchin intitola il suo primo libro "Il dodicesimo pianeta" poiché il termine sumero e babilonese per "pianeta" è lo stesso che descrive tutti i corpi celesti - MUL -, e quindi
Teoria basata su testi antichi
nibiru anunnaki 2012
Il sigillo VA243
sigillo VA243
contando anche il Sole e la Luna, il sistema solare sarebbe composto di 12 MUL), che seguendo un'orbita ellittica rientrerebbe nel centro sistema una volta ogni 3600 anni. Secondo Sitchin, questo ipotetico pianeta, chiamato Nibiru, nella mitologia babilonese sarebbe associato al dio Marduk, dal XVIII secolo a.C. divinità principale della terra di Babilonia.
Nella costruzione teorica Sitchin affianca al pianeta Nibiru il pianeta Tiamat. Quest'ultimo sarebbe esistito collocandosi tra Marte e Giove. Egli suppone che fosse un amèno mondo con oceani e giungle la cui orbita fu distrutta dall'arrivo di un grande pianeta e di un piccola stella che attraversò il sistema solare tra i 65 milioni e i 4 miliardi di anni fa.
Tiamat sarebbe quindi stato, dapprima colpito da una delle 7 lune di Nibiru, spezzandosi in due. Una di queste due porzioni sarebbe poi diventata la Terra e sarebbe stata spinta nell'attuale posizione da un altro impatto con una luna di Nibiru.
Il Pianeta Nibiru
In seguito l'altra metà, colpita da Nibiru stesso, avrebbe dato vita alla fascia degli asteroidi. I restanti detriti dell'impatto avrebbero dato origine alle comete.
Secondo Sitchin, su Nibiru abitava una razza tecnologicamente avanzata e simile a quella umana, questi esseri erano chiamati Anunnaki dalla mitologia sumera e che compaiono nella Bibbia con il nome di Nephilim ed Elohim.
Secondo Sitchin sarebbero arrivati sulla terra 450.000 anni fa, alla ricerca di minerali e in particolare d'oro(che necessitavano per riparare la loro atmosfera rarefatta) e lo avrebbero trovato in Africa.
Gli Anunnaki avrebbero creato geneticamente l' Homo Sapiens incrociando la loro razza con l'Homo erectus, con lo scopo di avere della manodopera per prelevare metalli dalle miniere.
Sotto la guida di questi esseri, secondo l'interpretazione che Sitchin dà dei testi sumerici,
gli uomini avrebbero fondato la civiltà in India, Mesopotamia e Egitto, grazie ad una casta di regnanti che avrebbero fatto da intermediari tra gli alieni e gli schiavi.
Sitchin poi affermava che nel 2000 a. C. sarebbe scoppiata una guerra nucleare tra diverse fazioni di extraterrestri e che la ricaduta nucleare, sarebbe il "vento malvagio" che avrebbe distrutto non soltanto la città di Ur, secondo quanto sarebbe raccontato nel Lamento di Ur, ma avrebbe avuto ripercussioni su quasi tutta la Mesopotamia. Sitchin sostiene che le sue ricerche spiegherebbero numerosi passi di testi biblici.
Un altro punto focale della teoria di Sitchin è il ruolo attribuito alle maggiori opere megalitiche sparse per il mondo, che sarebbero state costruite dagli Anunnaki con varie funzioni, prevalentemente astronomiche, astrologiche e calendariali.
Per Sitchin i due siti di Machu Pichu e Bad-Tibira, sarebbero sati centri di lavorazione dei metalli.
Sitchin sosteneva anche che le civiltà mesoamericana e sudamericana siano derivate da quella sumera e accadica, e che le due divinità principali messicane e peruviane, Quetzalcoate Viracocha fossero due Anunnaki Ninigishzida e Ishkur trasferitisi con alcuni Sumeri nel nuovo continente.
Link Utili:


Disclaimer - Chi Siamo - Contatti - Fai Pubblicità



"2012 Fine del Mondo?"
Copyright © Vulcano s.r.l.
Via Birmania, 84 - 58100 Grosseto, Toscana
All rights reserved