fine del mondo 2012
NEWS FINE MONDO
Dall'Italia e dal Mondo
SEGNALACI UN FATTO
Accadimenti, video, teorie...
FINE MONDO SU FACEBOOK
Tutte le news sulla tua bacheca
SCRIVICI
Commenti, critiche, collabora
IT EN DE


VEDI ANCHE:
» Corso Pizzaiolo

FINE DEL MONDO: LE CONTROMISURE

Le contromisure

Azienda Bunker 2012: rifugi sotterranei per ogni esigenza

Tra i motivi che spingono molte persone a dotarsi di un bunker ci sono senza dubbio le ansie e le paure legate a quanto previsto dal filone catastrofista, per il 2012. Un bunker, antiatomico o antinucleare, per molti sembra essere una soluzione per ripararsi dalle tempeste solari o dagli eventi catastrofici che precederebbero la fine del mondo del 21 Dicembre 2012.
Per tale data in molti stanno scegliendo di costruire e dotarsi di un bunker che sia in realtà un rifugio antiatomico nucleare, in grado, oltre che di di proteggere dalle Tempeste Solari o elettromagnetiche, anche di consentire la sopravvivenza una volta che il fall-out nucleare sia passato.
Negli Stati Uniti la corsa ai bunker è già iniziata, ma anche in Italia molte aziende si stanno organizzando con prodotti ad hoc. Così, facendo rapide ricerche in rete è possibile trovare aziende che costruiscono bunker di ogni tipologia.
Contromisure fine del Mondo
I Bunker e il 2012
L'azienda italiana Bunker 2012 ad esempio si occupa della realizzazione di bunker di diverse tipologie, con sistemi idrici, di areazione, di videosorveglianza o di rilevamento di radioattività esterna residua.
Le dimensioni dei bunker statici in cemento armato variano dai 40 agli 80 metri quadrati, sono posti sottoterra e sono dotati di due ingressi camuffati. I prezzi variano dai 300 ai 700mila euro. Non Solo. Per far fronte a qualsiasi problema, l'azienda realizza anche bunker più economici, in versione portatile. Circa 18 mila euro per questi bunker-tenda che possono ospitare fino a sei persone.
Insomma, il bunker sembra godere di fama non solo all'estero o tra i ceti più ricchi. L'importanza dei bunker in Italia, affonda forse le sue radici nella storia di un Paese il cui sottosuolo è letteralmente scavato da bunker e rifugi antiaerei. A costruire i primi furono gli eserciti e soprattutto i tedeschi, come nel caso dei bunker di Recoaro.
Molto conosciuti anche i bunker di Colleferro: tunnel sotterranei che si sviluppavano lungo 6 Km che dopo l'armistizio si trasformarono in una vera e propria "Colleferro sotterranea" in cui si svolsero 159 cresime, 14 matrimoni e anche 8 nascite.
Tra i bunker più suggestivi e ben conservati, invece, quello antiaereo e antigas voluto da Benito Mussolini a Villa Torlonia, a Roma.
Posto a 6,5 metri sotto terra, questo bunker di forma cilindrica è dotato di una muratura in cemento armato spessa quattro metri circa, e si compone di più bracci disposti a croce con due uscite di sicurezza, una delle
quali conduce alla misteriosa sala ipogea.
Tanti i bunker nella zona di Moncenisio, in Piemonte, costruiti tra il 1932 e il 1941 a difesa del tratto di confine Italia-Francia; altri si trovano in Alto Adige.
Alcuni sono abbandonati, altri sono stati adibiti agli usi più diversi: alcuni ospitano cantine private, altri enoteche, altri ancora sono stati trasformati in musei, come il Bunker Mooseum a Passo del Rombo o la Gampen Gallery a Passo Palade.
A questo punto viene da chiedersi: Qualora non succedesse nulle nel 2012, cosa ne faranno i privati dei bunker costruiti sotto le loro abitazioni?


Disclaimer - Chi Siamo - Contatti - Fai Pubblicità



"2012 Fine del Mondo?"
Copyright © Vulcano s.r.l.
Via Birmania, 84 - 58100 Grosseto, Toscana
All rights reserved